Itinerario 2.3, pagina 6.

===================================================

2.3.6 - Onde di densità.

===================================================

Due casi significativi.

In questa pagina presento i due casi più significativi di onde di densità, tra quelli che sono riuscito a registrare.

Nei due casi, la velocità angolare della Luna viene data come media oraria per ciascun giorno. Essa mostra il recupero del suo ritardo, nel suo giro attorno alla Terra, definito in 86400 deltini, eseguito in un mese siderale.

Questa velocità angolare, nel primo caso presentato, era di 139,4 deltini per ora, nel secondo caso era di 140,17 deltini per ora. Questo sulla base della risoluzione permessa dai dati forniti dal sito della NASA.

Il fenomeno è più forte nel primo caso, quando il valore è di 139,4 deltini per ora. Man mano che ci si allontana da questo valore, il fenomeno diventa meno forte.

È da notare che, nei due casi, c'è stato un basso livello di “rumore”, grazie al ridotto movimento dell'acqua, non disturbato né dal vento, né da passaggio di natanti. Di conseguenza, l'acqua dovrebbe essere piatta. Invece delle onde di densità appaiono chiaramente.

Coincidenza di tutte le variabili utili.

In definitiva, posso dire che c'è stata una coincidenza di tutte le variabili utili: vicinanza ad uno dei valori critici di velocità angolare della Luna, e per una durata lunga perché vicino ad uno dei punti a b c d del calendario; acqua il più possibile ferma, non disturbata da vento, né da passaggio di natanti; livello dell'acqua adeguato; non lontano da perigeo; non lontano da uno spatiolo; luce adeguata.

Molto probabilmente la velocità critica in questione è stata raggiunta nel primo caso; o ci sono andato molto vicino.

===================================================

A questo proposito, prima faccio notare che mentre per i semi fermi al suolo, i valori critici di velocità angolare rispetto alla Luna sono precisi, per l’acqua liquida è diverso.

Per l’acqua è una questione di probabilità del numero di molecole che ad un dato momento sono in movimento ad una velocità angolare critica rispetto alla Luna.

Probabilità che di fatto si distribuisce attorno ad un valore critico, che nei filmati sotto è stimato essere molto vicino a deltini 139,4/hr.

===================================================

Caso: Lusenzo 2011-03-18 t.u. 1059.

Eseguito a Lusenso, in data 2011-03-18 ut 1059; spatiolo B ut 1024; declinazione Luna: nord 3°54; distanza della Luna km 358362; eq t +8'11"; velocità angolare della Luna deltini 139,4 /hr; variazione di detta velocità /ora: zero. Rispetto al riferimento, livello acqua cm +43.

L110318u1059

Parametri favorevoli.

Qui l'acqua ha mantenuto, su di un'area estesa di non meno di diecimila metri quadrati, un coordinamento macroscopico. Il fenomeno è stato favorito (1) da un abbastanza buon livello di scambi di energia (calore), (2) da uno spatiolo vicino, stimato a solo circa 30 minuti, (3) dalla vicinanza della Luna, vicina ad un punto di perigeo.

Lusenzo 2011-03-18 t.u. 1059 - punto c.

===================================================

Lusenzo 2010-07-21 t.u. 0700 a t.u. 0746 - punto d.

Lusenzo 2010-07-21 ut 0700: spatiolo B ut 0641; declinazione Luna: sud 24°05; distanza della Luna km 388132ca; eq t +6'24"; velocità angolare della Luna deltini 140,17 /hr; variazione +0,09 deltini/hr. Rispetto al riferimento, livello acqua cm +46.

Onde d'acqua intermittenti a densità ridotta.

L100721u0700

La velocità critica supposta ha avuto luogo circa 8 ore prima. I fenomeni stavano diventando via via meno importanti, man mano che meno molecole erano interessate alla velocità critica, come si può vedere nei filmati eseguiti nei minuti successivi.

Onde d'acqua intermittenti a densità ridotta (continua).

L100721u0702

L100721u0711

Spatiolo B 0643; declinazione Luna: sud 24°05; distanza della Luna km 388132; eq t +6'24"; velocità angolare della Luna deltini 140,2 /hr; variation +0,01 deltino/hr. Rispetto al riferimento, livello acqua cm +48.

Come si sviluppano.

L100721u0744

L100721u0746

===================================================

velocità angolare della Luna;

===================================================

segue 2.3.7

Le pagine dell'itinerario 2.3.

2.3.1 Ciclo cumulativo dissipativo nell'acqua.
2.3.2 Il test Z prende forma.
2.3.3
Osservatorio naturale per lo studio delle maree.
2.3.4 Il test Z: amplificare un fenomeno nascosto.
2.3.5 Le figure d'acqua.
2.3.6 Onde di densità.
2.3.7 Altri casi significativi.
2.3.8 Differenze tra onde ordinarie e onde di densità.
2.3.9
Proposta di un osservatorio per lo studio delle maree.

===================================================

indice-2 ||| © avviso di diritto d'autore